Menu
Menu
Menu

Servizio fotografico matrimoniale a Torino: tradizionale o reportage. Quali sono le differenze?

Tradizionale o reportage? Solo foto o anche (o solo) video? Col drone, a pellicola, e la Polaroid?... Ma poi: al viaggio di nozze in un luogo spettacolare con servizio foto in omaggio hai mai pensato? Dì la verità!

Per cominciare, ecco una galleria con una piccola selezione di fotografie matrimoniali, tanto per introdurre l’argomento con delle immagini https://cristianodenanni.com/gallery/servizi-matrimoniali/

Ma ora veniamo a noi: così vi sposate, abitate in Piemonte, e state cercando un fotografo che possa realizzare il vostro servizio fotografico per il matrimonio (e magari anche video), e così facendo risolvere almeno una piccola/grande parte di quel mondo di cose che ci sono da mettere in piedi quando si compie un passo del genere! 

Non è facile, lo so… ne ho visti e fotografati talmente tanti che comincio a capire (anche se non mi sono ancora sposato!) cosa significhi! Diciamo che non basta, è vero, risolvere la questione del servizio foto e video legato all’immagine e al ricordo, per considerarsi “sistemati”, ma forse leggendo le poche righe che avete sotto mano in questo momento avrete se non altro la possibilità di fare un po’ di chiarezza su cosa vi può interessare di più, fra i servizi disponibili, e allo stesso tempo arrivare all’appuntamento dal fotografo più sicuri a proposito di cosa state cercando

Il fotografo professionista per il tuo matrimonio: definire lo stile dello shooting.

E’ chiaro che lo stile fotografico, come anche dell’operare con le apparecchiature video, è prettamente personale, manco a dirlo. Per cui ogni singolo professionista scatterà e riprenderà in modo differente. Ma se questo concetto appare addirittura lapalissiano, non ci impedisce, comunque sia, di individuare quantomeno due “filoni” di pensiero, e di conseguenza di modi di lavorare all’interno dei quali gli sposi, e in genere tutti coloro che vengono immortalati -per dire la verità- possono rientrare. E di conseguenza preferire. Definiamoli in modo semplice:

  • il servizio fotografico matrimoniale tradizionale
  • il reportage di matrimonio

Ok, lo sappiamo, sempre di scatti fotografici a una cerimonia stiamo parlando. 

Ma in qualche modo, e mantenendo le dovute proporzioni -ci mancherebbe-, quelli sopra elencati sono quasi due modi d’essere, oltre che due sistemi di intendere e realizzare il servizio fotografico. Perché se da una parte esiste, e resiste bene, il lavoro classico, dall’altra, negli ultimi anni ha preso piede sempre più un “concetto” diverso di interpretare la giornata più importante nella vita di una coppia. Ed è il reportage, appunto. 

Ma cos’è il reportage fotografico per un matrimonio, in definitiva?

In realtà la spiegazione è molto semplice da illustrare.

Il servizio fotografico “vecchia maniera” è un servizio che predilige la posa, la preparazione, minima o fino ai dettagli, di uno sguardo, della posizione delle singole parti del corpo del soggetto, delle luci e delle ombre, ecc.. In sostanza, potremmo dire che in un servizio fotografico tradizionale gli sposi, ma anche gli invitati, e quindi i parenti, gli amici, i genitori, i testimoni, fungono da protagonisti di un piccolo set, di una piccola scena, gestita, per quanto possibile e nel suo piccolo, dal fotografo e/o dal videomaker. 

Dopodiché nella selezione degli scatti e delle riprese, si prediligeranno pose romantiche, classiche, magari con effetti che ammorbidiscono l’immagine, che la rendono un poco fuori dal tempo, magari sognante. In qualche modo questa visione del lavoro fotografico, questo sistema di intendere e di riprendere la cerimonia, vorrebbe estrapolarla dalla realtà quotidiana, quasi a renderla magica. Piace sempre molto, anche se non a tutti, come è naturale che sia.

Il reportage per matrimoni invece, come sappiamo dal significato del termine stesso, è un intendimento molto differente del lavoro. E’ un essere “testimone” di qualcosa che sta accadendo, a dispetto -e indipendentemente- dal fotografo. Infatti il reporter è colui che racconta, in immagini e anche con la parola scritta (nel caso del giornalismo) un avvenimento, e tenta di raccontarlo facendo caso ai protagonisti, certo, ma anche al contesto, ai luoghi, alla situazione. Capiamo bene che l’obiettivo in questo caso non fa altro che “dire” cosa vede. 

Certo sempre tramite la sensibilità dell’operatore, è inevitabile (anzi, è giusto) ma non mette in posa la realtà per ricostruirla. Per cui durante un matrimonio il fotoreporter non deciderà chi, cosa e come dare un ruolo ai protagonisti e a una scena (se non nei casi “d’obbligo”, è evidente), ma li seguirà, li farà vivere quello che sta succedendo, e li coglierà nella realtà, non li astrarrà da essa. Magari addirittura senza farsi troppo “vedere”, per non influenzare il naturale andamento della giornata. Il risultato normalmente è più naturale, meno artefatto, più spontaneo, vero, divertente, autentico. Capita anche che gli stessi sposi, o gli invitati, si ritrovino sorpresi di vedersi comparire in certe immagini fotografiche, o in alcune sequenze del montaggio video (per chi lo sceglie), ma anche questo è sintomo di autenticità.

A questo punto, visto che state leggendo un articolo sul sito del fotografo Cristiano Denanni, vi chiederete:

Come interpreta Cristiano Denanni la fotografia per matrimoni? In modo tradizionale o in ottica di reportage?

Raccontando poco sopra dei due principali generi fotografici per matrimonio, credo che, almeno in parte, si sia capito a quale genere io accordi le mie preferenze, ovvero il reportage matrimoniale. Ma perché è, solitamente, la mia preferenza nella fotografia in generale. Perché è un modo, come si diceva, uno dei tanti possibili, di raccontare un avvenimento, un evento, che nel caso del matrimonio sarà, ovviamente, irripetibile per due persone speciali.

Questo, evidentemente, non significa che non realizzi anche servizi fotografici matrimoniali tradizionali. Un professionista, per prima cosa, domanda ai propri clienti che cosa vorrebbero ottenere, che visuale delle cose hanno, se hanno idee più o meno precise, o se preferiscono parlare a quattr’occhi col fotografo e col videomaker per capire quale direzione prendere, quale genere utilizzare o approfondire, o a quali questioni o particolari attribuire maggiore importanza.

Lo sapete che è possibile realizzare un servizio matrimoniale a Torino o in Piemonte anche con fotocamera a pellicola (analogica)?

Ebbene sì. Io non ho proprio vent’anni, e ho cominciato la mia professione di fotografo con le fotocamere analogiche (come si dice oggi), ovvero a pellicola. E quell’amore è rimasto. Ovviamente i tempi sono cambiati in un batter d’occhio, e come sappiamo la tecnologia ha compiuto passi da gigante. 

Oggi c’è il digitale e si è affermato come sistema dominante, nella fotografia, nel video, nel cinema, nella musica ecc… Per ovvie ragioni di risparmio di tempi e di costi.  Ma questo naturalmente non significa che il “vecchio mondo” sia morto, anzi. Basti pensare alla gioventù quasi perenne dei dischi in vinile (i famosi 33 o 45 giri!) o al fatto che proprio pochi mesi fa l’Oscar al miglior film straniero è stato attribuito a “Roma”, capolavoro di un regista messicano girato interamente in bianco e nero e -udite udite- a pellicola 65mm.! Io l’Oscar non l’ho vinto (è vero, è una mia mancanza…) ma la fotocamera a pellicola ce l’ho ancora, così anche le ottiche necessarie a fare un servizio fotografico, e funziona tutto perfettamente. 

Per cui, sappiate che se me lo chiedete, anche questo è possibile! Che sia l’intero servizio matrimoniale, o una parte del lavoro, magari gli scatti più particolari, perché no? 

Chiedete e… vi sarà dato! 😉

E sapete che oggi è anche possibile fare un servizio matrimoniale con l’aiuto di una Polaroid (di una “Fotocamera Istantanea” insomma)?

Oh sì! Proprio per lo stesso discorso fatto nel paragrafo sopra, molte tecnologie “di una volta” stanno tornando in auge (o meglio, alcune non sono mai scomparse), e fra queste le Polaroid, che oggi chiamano fotocamere istantanee. Le realizza sia la Polaroid che altre marche, come ad esempio Fuji. Esistono anche in formato panoramico o addirittura per il solo bianco e nero. Insomma ce n’è per tutti i  gusti! 

Quindi molte persone si chiedono (e mi chiedono): ma perché non usare una Polaroid anche al mio matrimonio? E la risposta è: perché no?!… Naturalmente, siccome mettere insieme un intero servizio fotografico matrimoniale di sole Polaroid può essere riduttivo, io propongo di “affiancare” al servizio fotografico digitale con fotocamere professionali una serie di scatti realizzati anche con fotocamere istantanee, che magari potrebbero poi essere incollate su alcune pagine di un eventuale album, oppure appese a una parete, sopra a un pannello o… come volete voi insomma! 

Anche in questo caso, chiedete… e vi sarà dato! 😉

Servizio video professionale per il matrimonio: videomaker, videografo e montaggio video

Come per il servizio fotografico, anche il servizio video può prediligere approcci differenti al lavoro di ripresa, e quindi al lavoro finito e consegnato agli sposi. Anche in questo caso, quindi, molto dipende dal videomaker professionista, oppure dal videografo, dalle sue preferenze ma anche dalle sue esperienze, dal suo stile, dal “tocco” che, come avrete capito, tutti abbiamo nello svolgere il nostro lavoro, soprattutto quando la nostra professione non è solamente tecnica o tecnologica, ma anche soggettiva, forse in alcuni (rari) casi addirittura un poco artistica

E ovviamente anche in questo frangente, molto importante risulta essere una bella chiacchierata da fare prima di prendere una decisione su chi affidare  il lavoro di immagine del proprio matrimonio, proprio per capire insieme cosa si vuole ottenere dai servizi fotografico e video. In modo tale che sia gli sposi, che il fotoreporter e il videomaker sappiano come “interagire” durante quella giornata speciale. 

Come si diceva, anche in questo caso avere già in mente, magari solo a grandi linee, cosa si vorrebbe ottenere, può agevolare molto il lavoro dell’operatore video come del fotografo. Già, perché se sappiamo di gradire un certo tipo di filmato, sapremo come agire non soltanto in fase di ripresa, ma anche nella fase di montaggio video, la cosiddetta postproduzione

Per chi non è addentro al mondo video può risultare ovvio, oppure strano -chissà-, ma il montaggio dei minuti o delle ore di riprese video può fare una enorme differenza nel risultato finale, e quindi nel film che vedrete a casa, in TV. Pensate al cinema: esiste il premio Oscar (e non vale solo per l’Oscar) specifico per il montaggio. Ebbene sì, ci vuole! Perché il montaggio dà il “ritmo”, batte il tempo del succedersi della storia. E quindi ci dice, senza che il più delle volte ci facciamo caso, come guardare il filmato -o la clip- in questione, se con allegria, con gioia, ansia, calma, ritmo, ecc.. 

Altra cosa importante è capire se gli sposi vogliono utilizzare dei brani o delle musiche preferite, per il proprio film, o se vogliono lasciare fare al videomaker e al montatore. Meglio decidere prima anche questo. Sì perché, come avrete capito, la musica (come anche le parti in silenzio, le pause) ricoprono un ruolo di primo piano in qualunque video. E sapere prima come miscelare le parti è essenziale per il professionista video.

Poco sopra abbiamo parlato del videografo. Già, ma a questo punto vi starete chiedendo…

Che cos’è un videografo? Chi è costui?

Ebbene, che cos’è, ma soprattutto cosa fa il videografo? E’ un termine meno usuale, bisogna ammetterlo, quello del videografo, semplicemente perché fino ad oggi, o meglio, fino a questi ultimi anni, era inusuale il suo stesso ruolo. Quindi se non sapete di cosa si tratta… non avete tutti i torti! 

In realtà è molto semplice: Il videografo è colui che produce e gestisce le immagini dalla fase preliminare, quindi la ricerca stessa delle location o dei particolari utili al lavoro finale, fino al montaggio dei contenuti, che non saranno quelli realizzati solo “a terra”, quindi tramite videocamera e stabilizzatore d’immagine, ma anche “aerei”, ovvero le riprese effettuate tramite drone telecomandato. Contenuti che in una seconda fase, e a seconda dei casi, saranno utilizzati per videoclip, cortometraggi o lavori matrimoniali, eventi, e video arte

Insomma, il videografo non è “soltanto” un videomaker, ma una sorta di piccolo regista che si occupa anche di ciò che avviene prima delle riprese vere e proprie, e ovviamente dopo. 

Quanto costa un servizio fotografico e video a Torino e in Piemonte?

Come esistono davvero una miriade di tipologie di matrimoni differenti (grazie al cielo!), inutile che vi dica che esistono di conseguenza davvero una miriade di servizi fotografici e video diversi, e per “quantità” di lavoro (numero di scatti, minuti di riprese, ecc…) e per tipologia di lavoro stesso. 

Per fare due esempi semplici ma chiari, ci sono matrimoni che si svolgono in comune e che dopo le firme ci si sposta per un rinfresco in un ristorante oppure in una bella caffetteria, e dopo tre ore tutto è concluso, come ci sono matrimoni che cominciano a casa degli sposi la mattina durante la vestizione e la preparazione, e che dopo la cerimonia, il giro in città o in un parco o in una villa per le foto e i video con un minimo di calma, si arriva al ristorante e prima di sera, o della notte inoltrata, non vi è un attimo di noia. A volte con decine o molte centinaia di invitati, e festa, musiche, balli, fuochi d’artificio (non sto inventando nulla eh…), e ore e ore di lavoro. E quindi di scatti, di riprese, di tutto quello che ci siamo detti fino a qui. 

Evidentemente i due esempi in questione non avranno, perché non è possibile, lo stesso prezzo, ma si tratterà di cifre sensibilmente differenti. In mezzo a due esempi così estremi, vi sono molte altre possibilità, è naturale. 

Per cui non è un modo di dire che i prezzi e i preventivi è necessario farli su misura, dopo aver ascoltato (o almeno letto) quello che gli sposi hanno in mente, quale sarà il tipo di cerimonia, come si svolgerà, dove, con quanti spostamenti, se vorrete soltanto le foto (qualche decina? Centinaia? Migliaia? Con o senza libro o album?) o anche il video (con o senza drone? E quanti minuti di montaggio?) quante ore approssimative di attività, e tutti quei particolari, capite bene, necessari a formulare una proposta la più coerente possibile alle richieste. 

Ricordate però che un preventivo per uno shooting per matrimoni o cerimonie, eventualmente anche con una bella chiacchierata di persona (o almeno al telefono) non è vincolante alla stipula di un contratto, ma è sempre assolutamente senza impegno

Per cui… scrivetemi, e prendiamo appuntamento! Così potete dirmi a quale tipo di giornata andrò incontro, e io a voi a quale tipo di spesa… 😉

Lo vorresti fare un viaggio di nozze con servizio fotografico e video in una crociera al Polo Sud?!…

Sì sì, hai letto bene! In crociera al Polo Sud!

Ti sembra una follia? Bè, qualcuno lo fa (e molti lo hanno fatto)… Probabilmente non è il viaggio di nozze più gettonato e richiesto (almeno da noi in Italia), ma è un’esperienza unica e straordinaria che alcuni hanno realizzato. 

Nel senso che esiste la crociera in Antartide (e questo è un punto fermo), e normalmente parte dalla Terra del Fuoco, in Argentina, da Ushuaia ad esempio, che è la città più meridionale del pianeta Terra (la Terra del Fuoco l’ho visitata e vissuta, e garantisco che è un luogo indimenticabile e spettacolare!). 

Ebbene, ci sono coppie di sposi che hanno deciso e decidono di regalarsi (o farsi regalare da amici e parenti in lista nozze) il viaggio di nozze proprio lì. Infatti a me questa idea venne proprio parlando con una ragazza e un ragazzo che dopo il matrimonio avevano intrapreso quel viaggio, decisamente coreografico! 

Mi si dirà: ma la crociera in Antartide è molto cara. E io vi rispondo (come mi risposero i giovani sposi che la fecero): quasi tutti i viaggi di nozze (tranne eccezioni) sono cari. E a volte, aggiungo io, anche di più, molto di più…

Così quello che vi propongo, non avendo io per primo ancora mai realizzato un servizio matrimoniale al Polo Sud, è questa idea: se vi interessa fare una crociera in Antartide come viaggio di nozze, il servizio fotografico in Italia + foto e video sulla nave da crociera al Polo Sud (!) ve li regalo! 

Avete letto bene: ve li offro io! 

Voi dovrete però includermi nel viaggio (altrimenti come faccio a riprendervi?!…). 

Vi spiego: se l’idea vi alletta (cioè quella di un servizio matrimoniale gratis + servizio in crociera), all’organizzazione di tutto ci pensiamo noi. Come forse avrete visto sbirciando qua e là sul sito infatti, collaboro con una consulente di viaggi (l’altra mia anima di fotografo e di reporter racconta-storie è quella). Per cui se vi interessa regalarvi, o mettere in lista nozze, una crociera al Polo (con relativo fotografo al seguito) potete richiederla… direttamente su questi schermi! 

Anche in questo caso, naturalmente, domandare, ricevere delucidazioni o fare due chiacchiere per avere un preventivo non costa nulla! 

Scrivetemi insomma, se volete saperne di più di questa (solo all’apparenza) pazza idea! Ok?  😉

Leggendo il paragrafo sopra, potrebbero esservi sorte però anche le due seguenti domande…

1.Organizzate anche viaggi di nozze (o liste nozze), oltre al servizio fotografico e video?

Sgomberiamo subito il campo e facciamo chiarezza: non siamo wedding planners e non abbiamo una agenzia di organizzazione matrimoni (wedding planning). Per cui per gestire la ricerca e la prenotazione del ristorante, del fioraio, della make-up artist, ecc… dovrete rivolgervi ai singoli settori o professionisti. Ma per quanto riguarda la fotografia, il video con relativo montaggio, e i viaggi: sì, siete nel posto giusto!

Il viaggio di nozze (al Polo Sud o altrove!) possiamo organizzarlo noi

In casi come quello citato nel paragrafo sopra quindi, abbiamo possibilità di gestire sia servizi fotografici che viaggio di nozze (o lista nozze di viaggio).

2.Realizzate servizi foto e video matrimoniali anche al di fuori di Torino, del Piemonte o del Nord Italia?

Per quanto riguarda una proposta di lavoro come quella del paragrafo “Lo vorresti fare un viaggio di nozze con servizio fotografico e video in una crociera al Polo Sud?!”, sicuramente sì. Ovviamente due sposi che decidono di andare in Antartide in viaggio di nozze e di farsi fotografare anche laggiù, non mi aspetto che arrivino soltanto (o non necessariamente) dal Piemonte…

Per tutti gli altri casi, diciamo che per ovvi motivi di tempi e di costi, non conviene spostarsi molto più lontano della propria città, ma non è comunque così raro che una coppia di sposi richieda professionisti foto e/o video di altre città (a volte anche di altri paesi). In Italia non è tipico o usuale (altrove le cose funzionano diversamente), ma sicuramente è più che fattibile

Ovviamente anche in questo caso, bisogna parlarne con un po’ di calma per trovare un accordo.  


Insomma, magari non sarà leggendo questo articolo che risolverete l’impegno organizzativo di una cerimonia tanto importante, ma forse avrete le idee più chiare quando dovrete raccontare al fotografo o al videomaker che tipo di lavoro desiderate per il giorno del vostro matrimonio!

Preventivi servizi matrimoniali gratuiti

Per qualunque consiglio o informazione, o per richiedere un preventivo matrimoniale gratuito su qualunque aspetto toccato in questo articolo (e non solo), basta andare alla mia pagina contatti, che è questa https://cristianodenanni.com/contatti/

oppure scrivermi direttamente: [email protected]

Ovviamente potete sfogliare qualche fotografia di matrimoni alla galleria dedicata https://cristianodenanni.com/gallery/servizi-matrimoniali/

Sharing is caring!
Seguimi sui social media